News

PGT norme comunali innovative che regalano CREDITI PREMIALI a chi ristruttura in centro storico

PGT norme comunali innovative che regalano CREDITI PREMIALI a chi ristruttura in centro storico

30/11/2018

Che cosa sono i “Diritti edificatori/Crediti premiali”

IL PGT, in seguito ad interventi di

  • restauro e risanamento conservativo
  • ristrutturazione edilizia

eseguiti nella zona urbanistica A1 (centri storici), concede un premio in termini di diritti edificatori, calcolati in mc, e pari ad una percentuale non inferiore al 90% dei mc sui quali si è eseguito l’intervento in centro storico.

Questi diritti, attribuiti al proprietario dell’immobile in centro storico, sono liberamente commerciabili, anche in forma frazionata, e consentono di costruire nelle zone B1, B2, B4, B5.

I diritti devono essere utilizzati entro il termine di dieci anni dall’ottenimento.

Ulteriori informazioni sono contenute nel “Regolamento comunale per l’applicazione e la gestione del procedimento premiale di compensazione volumetrica”.

 

Come sono gestiti i “Diritti edificatori/Crediti premiali”

L’attribuzione dei diritti viene fatta mediante un permesso di costruire convenzionato per lavori di restauro, risanamento conservativo o ristrutturazione edilizia su un immobile sito in centro storico (zona urbanistica A1).

Nella istanza per il permesso di costruire si deve specificare che si intende richiedere di ottenere i diritti.

La convenzione del permesso di costruire viene redatta su schema comunale e firmata davanti al segretario comunale.

I diritti attribuiti vengono inseriti, a nome del titolare del permesso di costruire, in un registro tenuto dall’Ufficio Tecnico Comunale, e ridotti in caso di utilizzazione o vendita, e cancellati trascorsi i dieci anni di validità. Verranno registrati anche i passaggi di proprietà e i dati dei nuovi proprietari.

Una parte di questo registro verrà pubblicata su un portale accessibile al pubblico, che mostrerà i diritti che ciascun proprietario intende vendere (nella quantità da lui indicata al Comune) e un recapito per le trattative.

I diritti hanno durata decennale e sono utilizzabili (solo nelle zone urbanistiche B1,B2,B4 e B5) da chi li detiene, ereditabili o liberamente vendibili.

Dei passaggi di proprietà deve essere data comunicazione al Comune.

Ulteriori informazioni sono contenute nel “Regolamento comunale per l’applicazione e la gestione del procedimento premiale di compensazione volumetrica”.